domenica 11 settembre 2011

Qbittorrent, il torrent come eMule

Navigando qua e la su internet, ho scoperto qBittorrent,
un client Torrent che finalmente include un box di ricerca,
per poter cercare i torrent direttamente dal programma,
porprio come in eMule. Finalmente non dovremmo più
cercare i nostri torrent su svariati motori di ricerca
come isoHunt o Mininova, ma li potremo cercare
direttamente da qbittorrent, e una volta trovati, basterà
un semplice doppio click per far partire il download.
 leggi l'articolo per intero

L'interfaccia grafica di qBittorrent, che potete scaricare
dal sito ufficiale, è molto simile a quella di uTorrent, ed
anche le funzioni e le impostazioni sono molto simili.
La differenza principale tra qBittorrent ed uTorrent
è la scheda Ricerca che si trova proprio accanto alla
scheda Trasferimenti. Dalla scheda ricerca si possono
installare i principali motori di ricerca di file torrent.
Per farlo bisogna prima di tutto avere installato Python 2.6,
altrimenti la ricerca non funziona, perchè tutti i moduli di
ricerca sono scritti in questo linguaggio. Poi bisogna andare
sul sito http://plugins.qbittorrent.org per scaricare tutti
i moduli di ricerca ufficiali, e adesso si può aprire il
programma, accedere alla scheda Ricerca, cliccare
su Motori di Ricerca in basso a destra, e nella finestra
che apparirà bisogna cliccare su Installane uno nuovo,
a questo punto si clicca su File Locale, si seleziona uno
dei file scaricati prima, e si clicca su apri, ecco fatto,
ora si ripete la stessa azione con gli altri file scaricati,
e avrete installato tutti i motori di ricerca più importanti.
Dopo aver installato tutti i motori di ricerca potrete
tranquillamente cercare i vostri torrent dalla scheda
di ricerca semplicemente scrivendo il nome di
quello che volete cercare e cliccando su Ricerca,
automaticamente qBittorrent cercherà su tutti i motori
di ricerca che avete installato e vi mostrerà i risultati
proprio come funziona con eMule, e cliccando 2
volte sul file interessato, partirà subito il download,
e ovviamente è importante scegliere il torrent con il
maggior numero di Seeders per scaricare più veloce.
Il vantaggio di qBittorrent è proprio quello di cercare
su tanti motori di ricerca contemporaneamente,
quindi si trova facilmente il torrent con più seeders
di tutti, mentre facendo la ricerca su un solo server
non abbiamo la garanzia che il torrent che scarichiamo
è quello con più seeders. Infatti noi potremmo fare
una ricerca su IsoHunt e prendere il torrent con più
seeders, ma chi ci dice che su Mininova o su Bittorrent
search non c'è un torrent con ancora più seeders di IsoHunt?
Invece qBittorrent ci mostra i torrent di tutti i motori
di ricerca, e se clicchiamo sulla colonna seeders, ce
li mette addirittura in ordine dal più grande al più piccolo,
quindi potremmo facilmente trovare il torrent che
ci interessa con più seeders possibili.
 Insomma grazie a qBittorrent scaricare i Torrent è
diventato semplice come scaricare i file da eMule,
l'unica difficoltà è quella di dover installare a mano i
moduli di ricerca, il passaggio da fare è quello che ho
scritto prima, e come vedete non è difficile, però non
capisco perchè i moduli di ricerca più importanti non li
hanno già inclusi nel programma in modo da facilitare
la vita anche ai meno esperti. Per i più esperti che invece
conoscono il linguaggio Python, c'è la possibilità di creare
altri script per aggiungere i motori di ricerca che non sono
inclusi nei moduli ufficiali. Che dire, un bel passo avanti per
facilitare le ricerche dei torrent, ormai qBittorrent è diventato
il mio client Torrent preferito, in fondo come ho già detto
è molto simile a uTorrent che fino a pochi giorni fa era
il mio client preferito, e le impostazioni da regolare per
sfruttare al massimo la velocità sono le stesse,
quindi non perdo proprio niente.

Nessun commento:

Posta un commento